solfato di rame in piscina - componenti per piscine - coperture per piscine prezzi - del taglia coperture piscine - materassini piscina - prezzi accessori piscina - prodotti per trattamento acqua piscina

Uso e trattamento dei Prodotti EASY

Disinfettare con Easy Pool 2

Easy-Pool 2  è stato appositamente formulato per semplificare la manutenzione della piscina. 
Easy-Pool 2, usato regolarmente ogni 15gg circa, mantiene l'acqua della piscina sempre limpida e cristallina.

 

Confezione di Easy Pool 2

  • Un bidone da 2 litri graduato che indica 4 dosi liquide.

  • Sacchetti dosatori pre-dosati protetti da un imballaggio di plastica, che contengono delle pastiglie miste a un prodotto granulare.

 

Una confezione di Easy-Pool 2 è preparata per circa 8 settimane di trattamento.

 

Utilizzare Easy Pool 2

Prima dell'uso, rimuovere l'imballaggio di plastica del sacchetto dosatore microforato. Effettuare sempre i trattamenti d'acqua quando il filtraggio è attivo.

 

CON UN FILTRAGGIO A CARTUCCIA O A SABBIA

* Versare davanti alla mandata una dose liquida (1/4 del bidone) proteggendosi dagli eventuali schizzi.

* Mettere un sacchetto dosatore nel cestello dello skimmer (2 sacchetti per le piscine oltre 30m3)


Con ESCAFORM o ESCATOP Balneo System® o ESCAWAT (per piscine WATERAIR)

* Versare una dose liquida (1/4 del bidone) davanti all'ugello Turbogetto quando il filtraggio è attivo, proteggendosi dagli eventuali schizzi.

* Agganciare con lo spillo un sacchetto dosatore ed immergerlo nel prefiltro.

 

OSSERVAZIONI GENERALI PER TUTTI I PRODOTTI CHIMICI

Mettere sempre il prodotto nell'acqua della piscina, ma non versare mai l'acqua sul prodotto. Conservare il prodotto in un luogo asciutto e fresco. Sciacquarsi le mani dopo l'uso. In caso di contatto con la pelle, con gli indumenti o con gli occhi, lavarsi immediatamente con acqua abbondante e, se necessario, consultare un medico e mostrargli l'etichetta del prodotto.

 

Effettuare un trattamento d'urto con EASY CLEAR C

In caso di dubbi su come effettuare un trattamento d'urto con Easy-Clear-C contattare il nostro numero verde o scrivete a: commerciale@waterair.com

All’inizio, a fine stagione ed ogni volta che l’acqua appare degenerata o vi siano apparizioni di alghe sul fondale oppure sulle pareti, effettuare un trattamento d’urto con Easy-Clear-C.

 Cospargere una quantità di 15 g/m3 di Easy-Clear-C sulla superficie dell'acqua, se la temperatura dell'acqua è superiore a 20°C, altrimenti sciogliere previamente il prodotto in un annaffiatoio con acqua tiepida.

Attivare il filtraggio in funzionamento continuo per 24 ore.



Analizzare e trattare l'acqua

Il trattamento chimico dell'acqua completa l'azione fisica del filtro e consente di distruggere chimicamente i batteri e le alghe portati dai bagnanti o dal vento. L'efficacia del cloro è direttamente collegata al pH dell'acqua; è quindi importante verificare il pH almeno una volta a settimana e prima di ogni trattamento.

L'analisi potrà essere eseguita con il kit DT TEST pH/CL che è composto da 2 diverse pastiglie, una per l’analisi del cloro libero ed una per il ph, da sciogliere nell’apposita vaschetta con scale colorimetriche oppure con Aquacheck , strisce per la misurazione dei valori, o con l’analizzatore elettronico Scuba II.

Queste striscioline "tutto in uno" sono state appositamente ideate per semplificare l'analisi dell'acqua.

 

DT TEST pH/CL, Aquacheck, Scuba II  misurano in un'unica operazione:

* II pH.

* L'alcalinità totale (TAC): analisi utile quando il pH si stabilizza difficilmente.

* II Cloro totale.

* II Cloro libero.

 

Analisi del Cloro

In una piscina vi è del cloro libero e del cloro combinato. Soltanto il cloro libero è efficace; garantisce la disinfezione dell'acqua. È chiamato anche cloro attivo. Il suo valore dovrebbe situarsi tra 1 e 3 mg/l. Se si tratta l'acqua con Easy-Pool 2, l'analisi non indicherà traccia di cloro libero.

Non bisogna preoccuparsi, è normale. L'analisi del cloro è inutile con Easy-Pool. Il cloro combinato è un cloro che ha perso le sue capacità di disinfettante. E' chiamato anche cloro totale.

 

Un livello elevato di cloro combinato nell'acqua sì traduce con un'irritazione degli occhi e forte odore di cloro. Un eccesso di cloro combinato si riscontra in genere in acque contenenti numerosi rifiuti organici (pelle, urina, sudore...) e testimonia in genere una mancanza di cloro libero. Se l'analisi indica un livello di cloro totale più elevato del cloro libero vuol dire che il cloro combinato è troppo elevato. Per correggere la situazione, occorrerà sostituire 1/3 del volume di acqua e successivamente effettuare un trattamento d'urto con Easy-Clear-C.

 

Correzione del Ph

Il pH si ripristina progressivamente e non bruscamente. Se il pH deve essere modificato in modo rilevante, il trattamento durerà vari giorni talvolta alcune settimane, e spesso accade di consumare importanti quantità di prodotti, a volte fino a 20kg e oltre per trattamenti iniziali.

Tutto dipende dal volume della piscina e dalla qualità dell'acqua. Easy-Minus o Easy-Plus si spande su tutta la superficie dell'acqua, fino a che la temperatura dell'acqua è superiore a 20°C. Al di sotto, sciogliere il prodotto in un secchio con acqua tiepida, evitando di inalare i vapori che si possono formare. Spargere quindi la soluzione ottenuta su tutta la superficie dell'acqua. I correttori di pH sono prodotti concentrati (acido o base).

 

Prendere molte precauzioni (guanti, stivali, occhiali, indumenti da lavoro) ed evitare di schizzarli sugli accessori della piscina tipo scala, bordo, per evitare di danneggiarli. Non versare prodotti correttori di pH direttamente nel filtro o davanti allo skimmer o all'aspirazione. Controllare il pH dopo ogni aggiunta importante d'acqua e correggerlo se necessario:

 

Un'acqua dolce con un pH equilibrato male sarà corrosiva. Un'acqua dura con un pH equilibrato male sarà incrostante. In un'acqua calcarea, il pH tende a salire con l’aumento della temperatura dell'acqua o durante un'ossigenazione dell'acqua (funzionamento della balneoterapia o del nuoto controcorrente). Invece, durante l'attivazione in primavera, il pH è più basso del solito, se dell'acqua piovana è caduta nella piscina.

 

Manutenzione del Liner

* Non lasciare mai materie grasse in decomposizione in contatto con il liner (terra, oggetti metallici arrugginiti, ecc...).

* Spazzolare le pareti e la linea di acqua con una spazzola per pareti.

* Per eliminare ogni traccia di fuliggine, di prodotti abbronzanti, ecc..., pulire regolarmente il liner all'altezza della linea d'acqua con una spugna e Easy-Clean, che è stato appositamente messo a punto per la manutenzione del liner.

* Mettere una piccola quantità di Easy-Clean sulla spugna quindi pulire le superfici.

* Sciacquare la superficie trattata lavando la spugna in acqua pulita, da cambiare regolarmente per non degradare l'acqua della piscina.

* Rimuovere ogni deposito di calcare non appena si forma e controllare il ph

* Evitare le clorazioni eccessive di lunga durata. Non utilizzare materiali o prodotti abrasivi per la pulizia del liner. Easy Clean ed una spugna morbida sono sufficienti per un ottimo risultato.

 

Per poter meglio distribuire EASY CLEAN sulla linea d'acqua è possibile utilizzare l'apposita spazzola con spugne intercambiabili. Per togliere macchie particolarmente resistenti che neppure EASY CLEAN riesce a togliere provate ad utilizzare la gomma magica POOL'GOM.

 

POOl’GOM è un prodotto totalmente ecologico (non crea alcun inquinamento), costituito da una speciale mousse brevettata, che si utilizza come una gomma.

E’ sufficiente strofinarla sulle macchie senza aggiunta di prodotti detergenti, né sostanze chimiche e lo sporco anche più resistente sparisce.

E’ ideale per la pulizia del pvc di rivestimento della piscina in corrispondenza della linea d’acqua ma è anche utilizzabile per tutti gli altri prodotti in plastica della piscina, del giardino e della casa (skimmer, persiane, sedie, tavoli, ecc.).

 

Manutenzione della Scala

Le istruzioni per la manutenzione del liner sono valide anche per la scala. Easy-Clean è perfettamente adeguato alla manutenzione della scala.

NOTA: II pH dell'acqua in presenza di una scala deve sempre essere mantenuto tra 7.0 e 7.4. Se l'acqua della piscina è calcarea ed equilibrata male (incrostante, pH troppo elevato), sulla superficie della scala può apparire un deposito giallastro. E' tassativo riequilibrare l'acqua della piscina.

 

Questo deposito potrà scomparire da solo dopo alcune settimane. In caso contrario, occorrerà eliminarlo con una soluzione dosata al 30% con acido cloridrico, dopo aver fatto scendere il livello d'acqua sotto l'ultimo gradino. Prendere tutte le precauzioni d'uso per la manipolazione dell'acido (guanti, occhiali, stivali ed indumenti vecchi), nonché quelle correlate allo svuotamento parziale della piscina.

Un pH troppo basso è aggressivo (acqua acida) e può alterare irrimediabilmente lo stato di superficie della scala. Tenere sempre l'acqua in un perfetto stato di equilibrio.

 

Eseguire un trattamento d'urto.

Se l'acqua diventa verde, se crescono alghe o se assume un aspetto insolito, occorre reagire rapidamente ed effettuare un trattamento d'urto con Easy-Clear-C. In genere, la manutenzione è stata trascurata. L'acqua può comunque presentare dei segni di debolezza nonostante cure attente e soprattutto con i temporali. In tal caso, di tanto in tanto, si può effettuare un trattamento d'urto preventivo con Easy-Clear-C

 

Procedura di trattamento:

* Se possibile, correggere prima il pH in modo tale che il cloro sia maggiormente attivo.

* Spegnere il filtraggio per tutta l'operazione.

* Spargere Easy-Clear-C su tutta la superficie della piscina.

* Se la temperatura dell'acqua è inferiore a 20°C, scioglierlo previamente in un secchio con acqua tiepida e ripartire la soluzione su tutta la superficie della piscina.

* Dopo un'ora, spazzolare il liner (parete, fondo), passare l'aspiratore, rigettando gli eventuali depositi dallo scarico e filtrare di continuo per 48 ore.

* Verificare lo stato del filtro e procedere alla sua pulizia, se necessario.

 

Manutenzione della copertura

Easy-Cover è un prodotto specifico creato per pulire le coperture delle piscine ed il bordo in pietra . Di uso semplice, questo liquido potente scioglie i depositi di calcare, elimina le alghe e lo sporco eventualmente formatosi sulle coperture di plastica o di PVC e sul bordo in pietra delle piscine waterair.

 

ISTRUZIONI PER L'USO:

* Diluire 1 litro con 5-10 litri d'acqua, preferibilmente tiepida, a seconda del grado di sporco.

* Fuori dalla piscina, con una spugna, spandere questa soluzione sulla superficie della copertura o del bordo in pietra, quindi lasciare agire.

* In presenza di depositi o di sporco resistente, strofinare con una spazzola.

* Dopo l'operazione, sciacquare.

Controllo dello stabilizzante

Se si tratta l'acqua della piscina con Easy-Pool 2, con cloro granulare oppure in pastiglie, oppure ancora con qualunque altro prodotto contenente stabilizzante, occorre controllare il tasso di stabilizzante almeno due volte all'anno (sistematicamente prima dello svernamento ed almeno una volta durante la stagione).

 

Il cloro stabilizzato è oggi il prodotto più diffuso per il trattamento dell'acqua delle piscine, poiché resiste agli ultravioletti, si consuma meno velocemente e ciò ne prolunga l'azione. Contrariamente al cloro che scompare nell'acqua, lo stabilizzante si arricchisce a mano a mano che il cloro viene rinnovato e si concentra nelle parti profonde della piscina. Superata la concentrazione di 50g/m3, l'azione del cloro diventa inefficace nonostante gli apporti di trattamento e le alghe si sviluppano nonostante un elevato tenore di cloro, la cui azione viene bloccata da questo eccesso di stabilizzante. L'alta concentrazione dello stabilizzante produce anche effetti di deterioramento precoce dei materiali della piscina. Soltanto i rinnovi d'acqua riducono questa concentrazione di stabilizzante, chiamata anche acido isocianurico. Il tasso di stabilizzante può essere misurato con Aquacheck.

 

Dato che la molecola di stabilizzante è pesante, il tasso più elevato si situa nel punto più profondo della piscina. L'analisi va effettuata in questo punto. Per raggiungere questa profondità senza tuffarsi, si può fissare la fascetta di prova all'impugnatura in gomma del manico telescopico, con un elastico. Se il tasso di stabilizzante si situa oltre i 50 g/m3, procedere tassativamente ad uno svuotamento parziale della piscina, dopo aver letto le regole per lo svuotamento di una piscina (vedere il paragrafo "Svuotamento parziale piscina"). Per svuotare parzialmente la piscina utilizzare la presa di fondo oppure una pompa ad immersione.

 

Per maggiore efficacia, si consiglia di interrompere il filtraggio 24 ore prima dello svuotamento per lasciare decantare lo stabilizzante sul fondo della piscina. Ogni anno, è tassativo svuotare almeno 1/3 del volume d'acqua. Tuttavia, i risultati dell'analisi dopo la sostituzione di un primo terzo possono richiedere una sostituzione ulteriore.

 

Dopo uno svernamento attivo

Nel caso di uno svernamento attivo occorre semplicemente riprendere la manutenzione periodica della piscina ed aumentare il tempo di filtraggio a mano a mano che la temperatura cambia. Dopo uno svernamento totale Se la piscina è stata sorvegliata correttamente e protetta durante l'inverno, in genere l'acqua è pulita. Riattivare la piscina non appena la temperatura dell'acqua raggiunge i 12°C, per evitare il compito oneroso e fastidioso di ripristinare un'acqua "andata a male".

 

* Ripristinare il livello d'acqua.

* Installare nuovamente tutte le attrezzature rimosse per l'inverno.

* Rimuovere con il retino le impurità più grandi che possono trovarsi nel fondo della piscina.

* Controllare che l'albero del motore della pompa giri liberamente

* Ripristinare l'alimentazione elettrica.

* Adescare la pompa seguendo le istruzioni della guida di manutenzione e verificare che il filtraggio funzioni correttamente.

* Passare piano l'aspiratore sul fondo della piscina, rimuovendo i depositi con lo scarico per non sporcare il filtro.

* Interrompere il filtraggio e procedere ad un trattamento d'urto con Easy-Clear-C da diluire previamente in un annaffiatoio d'acqua tiepida.

* Lasciare agire Easy-Clear-C per 2 - 3 ore, dopo aver tolto la copertura, prima di riattivare il filtraggio

* Durante questo tempo, pulire il liner nella parte fuori dall'acqua, spazzolare le pareti e lasciare decantare. Passare ancora l'aspiratore di fondo, se necessario * Lasciare il filtraggio in funzionamento continuo per 24 o 48 ore.

* Correggere il pH ed adeguare il tempo di filtraggio a seconda della temperatura.

* Riprendere la manutenzione normale con Easy-Pool 2

* Nel punto più profondo della piscina, controllare nuovamente il tasso di stabilizzante (acido isocianurico) con Aquacheck

 

Se il valore supera 50gr/m3, sostituire 1/3 del volume di acqua della piscina Se la pompa fa un rumore anomalo e se persiste dopo un'ora di funzionamento, occorre verificarla poiché l'umidità ha potuto provocare il grippaggio dei cuscinetti. In tal caso, occorrerà sostituirli rapidamente altrimenti vi potranno essere danni più rilevanti. Una riattivazione dopo uno svernamento attivo, si limita semplicemente alle regole di manutenzione correnti.

 

Caso di un'acqua alterata

Se la riattivazione è avvenuta troppo tardi e soprattutto se la superficie dell'acqua non è stata protetta da una copertura riflettente ai raggi ultravioletti, in genere l'acqua è verde e opaca. E' il risultato della proliferazione delle alghe e dei batteri che si sviluppano inevitabilmente in un'acqua trascurata . Se non è stata eseguita nessuna manutenzione dall'autunno ed il fondo della piscina è coperto da detriti vari, è meglio scegliere la soluzione dello svuotamento parziale di 1/3 del volume d'acqua.

 

Quando lo svuotamento parziale non è possibile, l'unica soluzione è quella di "recuperare" l'acqua a forza di lavaggi e trattamenti chimici.

 

RECUPERO DI DEGENERATA SENZA SVUOTAMENTO

* Interrompere il filtraggio e procedere ad un trattamento d'urto con Easy-Clear-C in polvere

* Non appena il fondo è visibile, passare il retino per rimuovere le impurità più grandi e passare l'aspiratore manuale, inviando l'acqua direttamente nello scarico.

* Attivare quindi il filtraggio continuo, tenendo il tenore di cloro tra 1.5 e 3 ppm fino a che l'acqua non sia nuovamente limpida (ciò può richiedere vari giorni).

* Durante tutto questo tempo, controllare e pulire regolarmente il prefiltro ed il filtro.

* Controllare ed equilibrare il pH.

* Può accadere che le tappe 1, 2 e 3 debbano essere ripetute più volte prima di ottenere un'acqua sana e limpida. Una manutenzione preventiva è sempre più semplice e meno onerosa del "recupero" di un'acqua degradata ed inquinata. Riprendere il trattamento di manutenzione periodica solo dopo aver recuperato l'acqua.

 





 

Waterair Italia è su Facebook

SEGUI WATERAIR ITALIA